Scuderia

Nell’autunno del 2006 è stato effettuato un intervento volto a recuperare il sistema delle coperture, restituendo loro funzionalità e stabilità così da ripristinare un adeguato livello di abitabilità e sicurezza della struttura. I coppi sono stati smontati, prelevati con cura uno ad uno e riordinati sui bancali a livello del terreno, dove sono state praticate le operazioni di pulitura e cernita.

Successivamente sono state smontate le tavelle in laterizio e le tavolette in legno, per poi procedere alla verifica della travatura primaria e secondaria ancora in opera, al rilievo e numerazione di ciascun pezzo e alla stima degli elementi da integrare, sostituire o recuperare. Per la sostituzione di elementi fortemente ammalorati sono state utilizzate travi in abete di recupero, debitamente stagionate e di dimensioni identiche alle preesistenti. Lo stesso procedimento è stato seguito anche per l’orditura secondaria, che è stata infittita ove serve e sormontata da un nuovo tavolato in abete. Al termine sono state rimontate le tavelle e, al di sopra, i coppi; contestualmente è stata effettuata la sostituzione delle grondaie e dei discendenti e il restauro dei camini.

Nel corso del 2007, poi, si è intervenuti sulle superfici intonacate, ristabilendo così anche l’integrità estetica dell’edificio: sono stati a tal fine utilizzati un intonaco a calce fatto con inerti locali simile al preesistente e la pittura ad affresco. Contestualmente, sono stati effettuati la pulitura e il restauro della meridiana e della testa equina situate rispettivamente nelle facciate sud ed est, così come il recupero del parapetto in ferro lavorato pure presente nella facciata est.

Il progetto e la direzione lavori sono stati realizzati dalla società TEXNH di Cagliari, ditta che ha collaborato alla realizzazione dello Studio di Fattibilità di Villa Sorra e che cura molti interventi per conto del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano. I lavori sono stati invece eseguiti dal Laboratorio del restauro di Giovanni Gazzotti, ditta che si caratterizza per l’utilizzo di tecniche e materiali tradizionali, questi ultimi, come l’intonaco utilizzato per questo intervento, di produzione propria.

Progettazione
TEXNH srl
Project & Consulting

Direttore dei lavori
Dott. Ing. Monica Stochino

Coordinatore per la sicurezza
Dott. Arch. Carmelo Tommaselli

Impresa esecutrice
Laboratorio del restauro di Giovanni Gazzotti
www.laboratoriodelrestauro.it

Importo del progetto
euro 449.827,86