Pane a Villa Sorra

Percorso partecipato dalla semina alla tavola
Terzo anno
Nella splendida cornice di Villa Sorra sono sviluppati per il terzo anno i temi del recupero delle pratiche produttive rispettose dell’ambiente attraverso il ciclo di coltivazione del grano e le successive fasi di produzione della farina e del pane. Nato da una proposta dei Musei Civici per la valorizzazione della “Raccolta della Vita contadina” che documenta i lavori agricoli e le condizioni di vita del mondo rurale tradizionale, il progetto invita a riflettere sul rapporto tra tradizione e innovazione, tra cultura e creatività in campo alimentare oltre che sul diritto di tutti gli uomini ad un’alimentazione sufficiente, sana e sicura. Attraverso la scelta del pane, cibo ancora oggi fondamentale per una buona parte dell’umanità, anche quest’anno si svolgono varie iniziative in un’ottica di tipo divulgativo e didattico imperniata sulla partecipazione: conferenze sull’agricoltura sostenibile e sull’alimentazione di qualità, laboratori sulla produzione domestica del pane e una mostra di carattere etnografico allestita a Villa Sorra.
Nel 2017 il progetto s’inserisce all’interno del progetto “Mutina Splendidissima”, celebrazione dei 2200 anni dalla fondazione di Mutina.

Il 25 giugno, 9 luglio, 27 agosto, 24 settembre e 15 ottobre hanno luogo una serie di appuntamenti dedicati ai cicli della terra – Mietitura, Trebbiatura, Aratura e Semina – accompagnati, di volta in volta, da degustazioni di prodotti tipici sviluppati in collaborazione con Slow-Food Modena.

Promotori

Comune di Modena – Musei Civici
XVS Associazione Promozione Sociale
Istituto Lazzaro Spallanzani
Slow Food Modena
Comune di Castelfranco Emilia

Il Pane di Villa Sorra lo trovi a:

Villa Sorra
Mercato Albinelli di Modena Banco 11
Spaccio dell’Istituto Spallanzani a Castelfranco Emilia
Forno Baracca a Nonantola